24/24 di MUSICA E RUBRICHE SETTIMANALI, IN STREAMING
R2i - RADIO ITALIA INTERNATIONAL: Real Time News
Problemi con TUNE IN ed il tuo iPhone o iPad? clicca sul player qui sotto
Radio en ligne Radio Italia InternationalRadio Italia International
Radio en ligne Radio Roks R2i - Radio Italia International

LOLITA il brano omonimo che segna l'esordio discografico della cantante dopo la partecipazione a The Voice of Italy

Condividi con i tuoi amici

“Lolita”, singolo omonimo che segna l’esordio discografico di Lolita, la cantante che quest’anno ha partecipato a “The Voice of Italy” in squadra con Guè Pequeno. Il brano, prodotto da Build UP(duo di producer professionisti, formato da Ale Coma e Rugabeatz, che ha collaborato con Ghali, Sugar) e NO.ME.,è già disponibile in tutti i digital store. In contemporanea, oggi esce anche il videoclip su YouTube, con la regia di Andrea Labate (prodotto da ALEPH Agency), eccolo:

Lolita racconta così il suo nuovo singolo (a cui ha contribuito anche Prince Vibe, mentre il master è di Salvatore Addeo:"Lolita è nata quasi per gioco, canticchiando a piedi nudi sull'erba. Avevo letto l'omonimo romanzo di Nabokov e in qualche modo quel nome mi aveva ispirata. Poi però mi sono accorta di quanto spazio potesse darmi per esprimere invece mie esperienze. Nel dire ‘Tu sei la mia Lolita’, non mi rivolgo a qualcuno, ma riporto una frase detta da qualcun'altro. È un brano che in qualche modo presenta il progetto, nella sua accezione più marcata certo, ma a livello di sound e di testo spiega tante cose e tutte le mie influenze, da Lana del Rey a Melanie Martinez.  E poi porta il nome che ho scelto come nome d'arte. La mia, però, non è una Lolita succube, ma molto consapevole. È come vedo le donne oggi: forti, consapevoli ma nonostante ciò, tanto femminili.” 

Il brano farà parte di un EP, il cui Il concept è legato a immagini allegoriche usate per affrontare temi più pesanti: “come l'amore malsano in Lolita, fortemente uniti al sound che molto spesso rispecchia il “mondo” che l’allegoria stessa crea, il cui potenziale si amplifica legandolo anche alla rappresentazione video dei brani stessi e dell’immaginario che questi racchiudono”.